venerdì 13 aprile 2018

Le respiriane

Non so se questo articolo (articolo, vabbe') sia apparso solo nella versione online o se anche in quella cartacea. Fatto sta che se anche la stampa cosiddetta seria (seria, vabbe') comincia a infilare qua e là 'sta robaccia, la fine dei giornali sarà solo questione di tempo, giornali che già da anni non se la passano bene per niente, tra l'altro.

In fin dei conti della faccenda non mi fregherebbe neppure granché, non fosse altro che nei giornali ci lavoro e da qui alla pensione mi mancano ancora grosso modo tre lustri.

6 commenti:

Alberto ha detto...

Visto. Senza parole.

Kakus ha detto...

È un chiaro segno che i venditori di fuffa hanno vinto su tutta la linea.

Mirko ha detto...

E che cazzo, i fuffari sono riusciti pure a convertire la stampa ufficiale al fuffarianesimo!

Andrea Sacchini ha detto...

E non da oggi, mi pare.

siu ha detto...

Meno male che c'è Attivissimo, anche se probabilmente non lo leggono proprio quelli che dovrebbero...
https://attivissimo.blogspot.it/2018/04/corriere-intervista-due-respiriane-il.html

Hort ha detto...

Il problema è che chi legge Attivissimo non ne avrebbe bisogno, mentre chi avrebbe davvero bisogno di leggerlo non lo farà mai.