mercoledì 2 maggio 2012

Avviso ai lettori

Dopo quasi 6 anni e oltre 4600 post, uno si può anche stancare di "bloggare", può insomma perdere un po' dell'entusiasmo iniziale. Penso che sia una cosa abbastanza normale. Ragion per cui mi prendo una pausa e per ora mi fermo qui. Il blog ovviamente rimane online, non sparisce di certo - vi pare che butti nel cestino con un clic 6 anni di scritti?
Se avete un account su Facebook potete continuare a seguire le mie strampalate elucubrazioni da lì (facebook.com/andrea.sacchini). Se non avete un account su Facebook potete farvi male leggendo gli aggiornamenti della mia pagina Twitter (non occorre essere registrati). Un pensiero e un grazie ai lettori che seguivano regolarmente il mio blog, e specialmente a quelli che mi hanno sempre letto, fin dagli inizi. Non è detto che in futuro non mi torni la voglia di aggiornare di nuovo queste pagine.
Nel frattempo statemi bene.

4 commenti:

  1. Ho letto le prime 4 parole e mi è scappato un: nooooo!

    Mi rattrista sempre quando un blogger che seguo annuncia che non scriverà più o che si prenderà una pausa, è come se una persona che conosci decidesse di partire e sai che per molto tempo non avrai la possibilità di rivederla.

    Allora buon viaggio, e torna presto.

    RispondiElimina
  2. e mo che leggo la mattina?? :-(

    RispondiElimina
  3. >Mi rattrista sempre quando un blogger che seguo annuncia che non scriverà più

    Lo so, è capitato anche a me quando blogger che leggevo hanno chiuso le proprie pagine e hanno smesso di bloggare. Ma, sono sincero, l'idea di scrivere contro voglia non mi piace. Preferisco prendermi una pausa e magari ricominciare quando mi sarà tornata. Ogni tanto bisogna staccare anche dalle cose che ci piace fare.


    >e mo che leggo la mattina??

    Che domande... C'è il Giornale di Feltri e Sallusti, no? :-)

    RispondiElimina
  4. idea di scrivere contro voglia non mi piace

    in effetti è giusto così, devo ammettere che anche io ho ultimamente un rapporto complicato con il mio blog, più che altro per mancanza di tempo :-(

    C'è il Giornale di Feltri e Sallusti

    per ora mi accontento dei tuoi tweet, poi vediamo se devo passare al lato oscuro dell'informazione (insieme a Voyager!! :D)

    RispondiElimina

La casa senza ricordi

Di Donato Carrisi avevo letto, tempo fa, Il suggeritore e l'avevo trovato molto avvincente. Questo, invece, il suo ultimo romanzo, abba...