giovedì 31 maggio 2018

Tomi notevoli



Ogni tanto m'imbatto in libri che a vederli incutono un po' di inquietudine, ma è solo il primo momento, poi la voglia di buttarsi prende il sopravvento e si parte.

La prima trilogia de I segreti di Nicholas Flamel me l'ha consigliato Francesca e io ho accettato di buon grado. È un fantasy, un genere letterario che a me non dispiace (ho letto recentemente Il Silmarillion, di Tolkien, e mi è piaciuto molto). E poi, scusate, mica si può leggere solo Roth o Eco, eh.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

IO al momento sono preso da Grisham. I triller giudiziari sono ottimi e Grisham li sa scrivere, forse anche per i suoi trascorsi da avvocato.
Ho letto 5 romanzi di grisham a maggio.
Ora inizierò Connelly, stesso genere, e poi riprenderò di nuovo Grisham.
Il silmarillon provai a leggerlo diversi anni fa ma era pieno di nomi impronunciabili e dopo poche pagine ho abbandonato.
Il fantasy non è il mio genere prediletto, tuttavia ho intenzione di leggere Pullman, queste oscure materie. Vedremo

Adal

Andrea Sacchini ha detto...

Sì, qualcosa del maestro del legal thriller ho letto anch'io, e ho intenzione di tornarci presto.