martedì 8 novembre 2016

Socrate, per esempio



Non è vero che la filosofia greca è noiosa e i filosofi greci dei vecchi barbogi altrettanto noiosi. Forse questa è l'impressione comune che si ha dopo aver studiato questi signori sui normali libri di scuola, ma se si inquadrano le storie dei personaggi che hanno popolato l'antica Grecia in una luce meno accademica e più "umana", ecco che rileggere quelle storie e quegli avvenimenti storici può essere perfino divertente, con Pitagora che potrebbe essere un Eugenio Scalfari di oggi "all'ennesima potenza", Erodoto l'equivalente del nostro Piero Angela per via della sua mania di raccontare, divulgare ed essere attratto irresistibilmente dalla voglia di sapere e conoscere. E via così, coi vari Parmenide, Zenone e i suoi paradossi, Empedocle, Tucidide, Democrito, Socrate e tutti i filosofi che hanno fatto la storia della Grecia antica.
È un ottimo libro, ironico, dissacrante, divertente, che ha fatto apprezzare anche a me una branca della storia che ho sempre considerato, a torto, noiosa e pesante.
Ah, l'autrice è una delle blogger più lette della blogosfera, la professoressa Galatea Vaglio.

Nessun commento: