lunedì 29 agosto 2016

La donazione di Zuckerberg

Magari i 500.000 dollari in pubblicità AD, donati da Zuckerberg alla Croce Rossa (da utilizzare sulla piattaforma facebook), saranno anche utili per promuovere tutte le iniziative pro-terremotati che l'associazione riterrà più urgenti. È indubbio comunque che, seppur in maniera più indiretta, oltre alla Croce Rossa anche la creatura di Zuckerberg (e lui stesso) ne trarranno beneficio. Insomma, se io fossi stato in lui, e come lui avessi sul c/c una cinquantina di miliardi di dollari, avrei preso da parte il presidente della Croce Rossa, avrei staccato un assegno del medesimo importo e glielo avrei dato in mano dicendogli: "Usateli come meglio credete". Chiusa lì.
Sarei stato più brillante e avrei evitato il mare di polemiche che ne sono seguite.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

anche il milioncino della Cei non è proprio il massimo in quanto a donazioni.

A proposito di polemiche. Ce n'è una fresca fresca in serbo per noi.
Finito il momento del lutto inizia il momento del teatrino politico.
Ai funerali di ascoli è andato tutto liscio come l'olio.
Domani avrebbero dovuto fare i funerali a Rieti ed è scoppiato il pandemonio.
Prima si decide di fare i funerali a Rieti che dista 57 km da Amatrice (ma avrebbero potuto farli pure all'aquila volendo che dista 40 km) e si portano le salme da Amatrice a Rieti. Poi alcune persone iniziano a protestare sostenendo che noi reatini vogliamo
fregargli i morti e che vogliono i morti nella loro terra (come se noi venissimo da Marte e non dalla medesima provincia), poi iniziano a dire che ce ne stiamo comodi a casa nostra (quando ci sono 100 mezzi di soccorso provenienti da Rieti e dintorni) poi attaccano il vescovo di Rieti sostenendo che è comodo parlare da Rieti. Lo stesso vescovo che da 3 giorni fa la spola tra rieti, ascoli e amatrice, e poi, dulcis in fundo arriva l'impavido Renzi e fa spostare di nuovo le salme da Rieti ad amatrice sostenendo che il funerale va celebrato nelle chiese di amatrice (tutte lesionate o distrutte) e i morti vanno seppelliti nella loro terra (come al solito noi siamo marziani) e nei loro cimiteri (semidistrutti e inagibili con le bare che, in alcuni casi sono fuoriuscite dai loculi).

http://tv.ilfattoquotidiano.it/2016/08/28/loculi-scoperchiati-e-bare-a-cielo-aperto-i-danni-del-terremoto-nel-cimitero-di-santangelo/555415/

lo stesso giorno arriva l'ipotesi di indagini nei confronti del sindaco per la questione del campanile di Amatrice da parte del procuratore capo di Rieti.
e altre indagini per i lavori in abitazioni privati e nelle scuole.
a parte questo tentativo di far passare noi reatini per ladri di bare e scippatori di altrui esequie, insensibili alle sciagure altrui, mi domando se c'è un fine politico dietro tutto ciò.
tra l'altro lo stesso Renzi aveva dato il suo placet ai funerali a Rieti.
nessuno disse nulla per quelli ad Ascoli.
ovviamente poi - i prodi internauti - hanno attaccato il procuratore di Rieti dicendo che si tratta di un disegno occulto della procurar volto a portare il funerale fuori dal suolo natio.
mah

ultima notiziola che dovrebbe far riflettere

1183 sfollati in pronvincia di Macerata, 2 chiese lesionate, 2 scuole inagibili (a Gualdo e Visso), un morto (per infarto) e miloni di euro di danni.

ne hai sentito parlare per caso?

io ho letto la notizia qui

http://www.cronachemaceratesi.it/2016/08/29/al-via-i-controlli-tecnici-a-gualdo-agibile-solo-il-municipio-il-sindaco-non-abbiamo-piu-una-scuola/852604/

ci sono forse terremotati di serie A e terremotati di serie B?

credo che siamo passati alla fase di speculazione politica atta ad insabbiare e far passare in secondo piano le irregolarità edilizia e a glissare bellamente su altri danni forse perché non illuminati dai riflettori mediatici.

mah

Adal

nb: Rieti si trova sempre nel Lazio e in Italia non in un altro pianeta e far passare noi reatini per dei cani insensibili può capitare giusto in Italia dove bastano due filmati in tv e due chiacchiere dei soliti politicanti e ti fanno credere subito che Gesù è morto di raffreddore!



Andrea Sacchini ha detto...

Sapevo che il terremoto aveva colpito anche il maceratese ma non in maniera così grave, evidentemente sì, ci sono situazioni di serie a e altre di serie b. Comunque in questi giorni, tra bufale, polemiche ecc. mi è quasi venuta la nausea, e di solito quando accade chiudo tutto e mi rifugio nei libri.

Anonimo ha detto...

Io mi sto leggendo il libro postumo di Eco. E un paio di romanzi.

adal