giovedì 10 giugno 2010

Intercettazioni, una giornata di lotta per tentare di salvare il salvabile

Non so se questa giornata parlamentare passerà alla storia per qualche motivo. Forse solo perché quattro gatti spelacchiati hanno tentato fino all'ultimo di salvare gli ultimi brandelli di democrazia passando la nottata barricati in Senato (mi pare una forma estrema di lotta con ben pochi precedenti).

Comuque sia, il Senato ha detto sì alla fiducia - ma va? - per quanto riguarda il ddl intercettazioni, quindi a questo punto l'ultimo passaggio alla Camera è una formalità. Questa porcheria si può cosiderare già legge. L'ultima flebile speranza di mandare all'aria i propositi eversivi del cavaliere e della sua cricca sono adesso nelle mani di Napolitano, il quale, almeno apparentemente, ha manifestato qualche disappunto per come si è svolto tutto l'iter di questa porcata, dicendo che intende prendersi tutto il tempo che la Costituzione gli dà (60 giorni) per valutare bene ogni riga del testo prima di firmarlo. Speriamo bene.

Nel frattempo vale la pena segnalare un paio di dichiarazioni pronunciate in Senato dopo che i senatori dell'Idv sono stati fatti sloggiare con la forza. Quella più divertente è del Senatore Luigi Li Gotti: "i malfattori cantano: meno male che Silvio c'è". Ma la palma di dichiarazione più comica va sicuramente all'inarrivabile Gasparri, il quale, dopo l'abbandono in massa dell'aula da parte dei senatori del Pd, ha detto: "Non siete democratici" (no, non ridete). Ma non è finita, non vorrete mica perdervi il finale delle perle di Gasparri: "Siamo orgogliosi di votarla [la porcata, ndr] dopo aver applicato al suo interno quella democrazia che voi ignorate e calpestate".

Ok, adesso potete ridere.

2 commenti:

  1. Eh, mi trovo in gravissimo imbarazzo dopo aver letto le perle di Gasparri: diciamo che vorrei commentare però, rispettando il tuo blog, mi astengo. Non voglio eccedere. :D

    Saluti

    RispondiElimina
  2. Beh, ultimamente, anche se con un po' di dispiacere posticcio, mi sono anche io lasciato andare qua e là a un tipo di terminologia che non sono solito usare.

    Quindi, non farti troppi scrupoli... :-)

    RispondiElimina

Buchi di memoria

Non credo capiti solo a me di svegliarmi al mattino con in testa una canzone. Stamattina, in macchina, canticchiavo una vecchia canzone di B...