mercoledì 20 maggio 2020

Libri che innamorano

Coi libri di José Saramago mi sono innamorato di Lisbona, anche se non ci sono mai stato. Coi libri di Stephen King mi sono innamorato del New England, e anche lì non ci sono mai stato. Coi libri di Jean-Claude Izzo mi sto innamorando di Marsiglia, e magari lì prima o poi ci andrò. I libri hanno anche questo di bello: ti fanno innamorare di posti in cui magari non sei mai stato ma che con l'immaginazione è come se ci fossi stato.

4 commenti:

  1. Eh già. È uno dei meravigliosi "privilegi" di cui godono i lettori: viaggiare gratis attraverso la lettura, "conoscendo" posti non visitati e anche epoche lontane <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senza contare che i posti narrati nei libri possono poi essere visitati realmente quando si presenta l'occasione ;)

      Elimina
  2. Uh!
    Io mi sono innamorata di migliaia di posti così.
    Ma so che non vedrò gran parte di essi. Li ho amati solo nei libri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, è un viaggiare anche quello, come diceva Umberto Eco.

      Elimina

Ritmi ridotti

Scrivo poco, ultimamente, e leggo tanto. Questo è il motivo per cui, come forse avrete notato, le distanze temporali tra un post e l'alt...