sabato 30 maggio 2020

Casapound e Gilet arancioni

Le due manifestazioni in corso oggi a Milano (Gilet arancioni) e a Roma (Casapound e soci) non sono da prendere sottogamba, relegandole sbrigativamente a un raduno di ignoranti e negazionisti del covid-19. Molti di quelli che manifestano sono infatti persone che sono da mesi senza stipendio e prive di ogni altro ammortizzatore sociale, e la storia insegna che l'estrema destra e in generale i movimenti più sovversivi e radicali sono bravissimi a intercettare la disperazione. Specie in un paese come il nostro, dove la sinistra, o ciò che ne restava, è da tempo definitivamente sparita dai radar. Occhio.

2 commenti:

  1. Dalle mie parti ci sono ragazzi di destra (FN) che si impegnano aiutando famiglie (italiane) in difficoltà sostituendosi di fatto allo stato sociale (e alla Caritas).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dalle mie parti, invece, ci sono ragazzi di sinistra, tipo quelli di Casa Madiba a Rimini, che si impegnano aiutando tutti, a prescindere da nazionalità, etnia e status sociale, cercando di arrivare là dove le istituzioni non riescono.

      Elimina

Ritmi ridotti

Scrivo poco, ultimamente, e leggo tanto. Questo è il motivo per cui, come forse avrete notato, le distanze temporali tra un post e l'alt...