venerdì 30 dicembre 2016

Sehnsucht

Poco fa mi è arrivata la notifica di un commento a un video che caricai un paio d'anni fa sul tubo, questo. Il video non è niente di che, ho solo preso quel bellissimo pezzo di Mike Oldfield, ci ho buttato su qualche immagine presa qua e là dalla rete e l'ho caricato. Semplice semplice, senza effetti di transizione, sfumature e quant'altro. Mi pare addirittura di averlo assemblato col cellulare. Il commento, postato da tal MultiDugal, recita semplicemente "sehnsucht", che io mica so che significa. Dalla struttura del termine ipotizzo che sia tedesco, ma dovrei chiedere a Michela, che ha la maturità linguistica e quindi è probabile che lo sappia. Ma Michela non c'è, è già partita con sorella, moroso e compagnia per Villagrande, dove farà il Capodanno, e mica posso andare a romperle le scatole per 'sta roba qua. Quindi ripiego su Google che mi reindirizza a Wikipedia. Ed ecco qua il significato: "Sehnsucht è una parola-chiave dello spirito romantico tedesco, che incarna un concetto tipico della cultura romantica, reso in italiano per lo più con il termine "struggimento".[1][2] Deriva dall'antico alto tedesco „Sensuht“, nel senso di "malattia del doloroso bramare"[3] e indica un desiderio interiore rivolto ad una persona o una cosa che si ama o si desidera fortemente. Questo stato d'animo è direttamente collegato al doloroso struggimento che si prova nel non potere raggiungere l'oggetto del desiderio. In alcuni casi specifici, come per le persone che si lasciano consumare dalla Sehnsucht, essa può assumere tratti patologici e psicopatologici, molto simili alle molteplici forme di desiderio di morte, che possono raggiungere un proposito di suicidio."
Cioè, con un semplice video con una bella musica e poche immagini ho suscitato in qualcuno tutta 'sta roba qua? Sono piacevolmente esterrefatto.

Nessun commento: