martedì 15 novembre 2016

La Discontinuità di Mohorovičić



Il libro non è granché, diciamo la verità, nonostante l'endorsement di Clive Cussler che fa bella mostra di sé appena sopra il titolo e che bolla come ottimo questa specie di thriller fantascientifico, il cui andamento abbastanza soporifero e trama gravemente scontata lo collocano invece nel lungo elenco di libri che si tirano a finire giusto perché si sono iniziati. Però, a un certo punto, nel libro si parla di una roba che si chiama Discontinuità di Mohorovičić, e la cosa mi incuriosisce assai perché non l'ho mai sentita nominare. Non so cosa sia, e siccome vicino al libro c'è sempre lo smartphone, vado a togliermi la curiosità su Wikipedia, come faccio sempre, perché a questo serve Wikipedia: imparare le cose che non si sanno e in cui ci si imbatte casualmente in libri che possono essere tutto sommato anche abbastanza mediocri.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Chi ha studiato geologia sa bene cosa sia.
E' una zona intermedia tra crosta e mantello.

Andrea Sacchini ha detto...

Eh, adesso lo so. Mi toccherà colmare anche la lacuna dei miei mancati studi di geologia :)