mercoledì 24 agosto 2016

Terremoto (e unioni civili)

Le assurdità di quegli invasati di Militia Christi non le commento perché commentare le assurdità non è mai un esercizio piacevole, e anche perché in genere si hanno cose più interessanti da fare. C'è da rilevare con rammarico come ogni tragedia dia purtroppo la stura anche alle idiozie di questi squallidi e poveri personaggi. Quando ci fu il terremoto de L'Aquila fu la volta, se ricordate, del leggendario padre Fanzaga di Radio Maria, che disse (testuale) che il sisma "è stato voluto dal Signore affinché questi fratelli [i deceduti sotto le macerie] partecipassero alla passione del Signore". Oggi invece abbiamo appunto i militari di Cristo che dicono che il terremoto è stata la punizione per aver fatto la legge sulle unioni civili.
Esistono anche questi personaggi, per quanto incredibile possa sembrare, e non so bene, ancora, se mi facciano più paura o più incazzare.

Nessun commento: