sabato 30 aprile 2016

Bergoglio e l'infallibilità papale

Si vocifera da più parti che Bergoglio non si sarebbe buttato via in merito alla possibilità di mettere in discussione l'infallibilità papale, dogma risalente al 1870 e secondo per ridicolaggine solo alla Trinità. Per ora niente di concreto, ovviamente, tranne qualche titolo qua e là buono solo ad avvalorare e rinforzare l'aura di rivoluzionario (finto) di cui si è ammantato papa Ciccio a partire dalla sua elezione.
Naturalmente chi non è cattolico tende solitamente a relegare la faccenda dell'infallibilità nella categoria L'angolo dell'umorismo, tipo quello della Settimana Enigmistica, per intenderci, mentre i devoti cattolici cercano solitamente di eludere come meglio possono le inevitabili sfumature di imbarazzo che tale dogma presenta loro.
Comunque tranquilli, la faccenda morirà qui e non se ne parlerà più.

Nessun commento: