giovedì 24 marzo 2016

Questo è matto



Come era prevedibile, il lato più divertente del lavaggio dei piedi ai profughi da parte di Bergoglio, sono i commenti dei lettori del Giornale, commenti che nel loro insieme sottendono ciò che già ampiamente si sa: da certe parti a fare da padroni sono ignoranza e pregiudizi, null'altro. Niente di male, intendiamoci, il Giornale e altri campano su questo target di lettori e amen - sono gli stessi lettori che amano il Bergoglio del presepe e odiano il Bergoglio che predica l'accoglienza, e che dimenticano che il tizio della buona novella, quello in cui a parole dicono di credere, ha trascorso la vita a predicare la fratellanza universale.
Insomma, il Giornale è questa roba qua, in caso non si sia ancora capito.

Nessun commento: