venerdì 19 febbraio 2016

Padre Pio (in edicola)



Qualche tempo fa un amico, di religione protestante, mi ha detto: "Mamma mia, i cattolici sono tremendi: quelli pur di far soldi prenderebbero ogni singolo pezzo dello scheletro di Padre Pio per esporlo in ogni chiesa d'Italia". Nel caso delle figurine e relativo album, ovviamente, non credo che la religione cattolica abbia qualche ritorno economico diretto, ce l'avrà molto più probabilmente la casa editrice che distribuisce 'sta roba nelle edicole, e comunque a me la cosa tutto sommato va benissimo, dal momento che con questi gadget ci lavoro. Quello che mi incuriosisce un po' è la tipologia dell'acquirente. Anziani? Improbabile. Ve li immaginate vecchietti e vecchiette che stanno lì, discutono, magari si telefonano per chiedersi a vicenda quale si ha e quale manca? No, dài, assurdo. Forse i giovani? Può darsi, ma quelli già lo fanno coi vari Ronaldo, Iguain, Totti ecc., volete che ci mettano in mezzo pure Padre Pio? Boh...
Comunque sia, 'sta roba è in edicola, in caso vi venisse la voglia.

5 commenti:

Sbronzo di Riace ha detto...

chissà se usano il trucchetto di non mettere tutte le figurine in commercio così uno nel vano tentativo di completare l'album non gli resta che aspettare un miracolo di padre pio

Andrea Sacchini ha detto...

Tutto è possibile. Indagherò. :-)

Francesco ha detto...

L'edicola è solo l'ultima frontiera, provate ad andare al santuario.

Adal 1274 ha detto...

Già fatto. Ci ho accompagnato dei parenti. Sono rimasto esterrefatto.
Penso che Gesù intendesse questo quando parlava di mercanti in tempio. E' un miscuglio di sacro e profano, gadget vari, figurine, immaginette, cupolette trasparenti con immagini sacre, di quelle che se le giri scende la neve. dvd e musicassette vendute a carissimo prezzo insieme a rosari e santini vari.
Poi lunghe file di persone dallo sguardo triste, vestite di nero, adoranti e belanti, contrite. Tutte pronte ad inginocchiarsi, a toccare l'urna in cui riposa il corpo. Ho visto anche gente piangere, persone leccarsi le mani perché avevano toccato tale urna.
Ho provato un senso di schifo che neanche ve lo racconto.
Idolatria pura. Questo è il modo di intendere la religione del popolino cristiano.
Roba che in confronto gli uomini delle caverne avevano sommi valori religiosi.
Siamo nel 2016 ma se vai a S.Giovanni rotondo si torna indietro di 1000 anni.
Se poi si cerca di parlare con qualcuno di quelle persone ci si rende conto che il giurassico non è mai finito.

Andrea Sacchini ha detto...

Tristemente vero.