martedì 30 settembre 2014

Ancora con 'sta storia?

"La gente è con me, non con i sindacati."
Ma ancora con 'sta storia? Ma veramente vuoi renderti uguale a lui in tutto e per tutto? Abbiamo già avuto chi ci ha triturato le appendici pendule per vent'anni col medesimo ritornello, pure tu ti ci metti? Non è una partita di calcio, non si tifa per una squadra o per un'altra, si tratta di qualcosa di molto più serio, e non puoi ridurre tutto a con me o contro di me.
Stiamo ancora subendo le conseguenze di vent'anni di berlusconismo, un ventennio che forse ha fatto più danni di quello fascista, in cui ci siamo sentiti ripetere come un mantra che se stavi con lui eri bravo, eri intelligente, stavi dalla parte giusta, altrimenti eri un coglione e uno sfigato. E tu sai benissimo l'impatto devastante che ha avuto sulla società questo mantra. Un mantra che ha trovato terreno fertile nella predisposizione tutta italiota a rinnegare il raziocinio e dividere tutto in compartimenti stagni, dove uno ha sempre ragione e l'altro sempre torto. E adesso tu stai di nuovo cavalcando questa dannatissima e deleteria pulsione tipica appunto del tifo calcistico. Si sta legiferando sul lavoro, ciò su cui è imperniata la società, e occorre essere super riflessivi, ponderare, valutare, andarci coi piedi di piombo. Si sta parlando di società, giovani, futuro, non puoi dividere il tutto in tuoi fans e tuoi detrattori, non su queste cose qui.
È una faccenda maledettamente più seria, cazzo.

Nessun commento: