giovedì 23 luglio 2009

Un film visto e rivisto

Quello dell'aumento dei prezzi alla pompa in concomitanza dei grandi esodi.

Il solito copione prevede ora che le compagnie si giustificano con il ricaro del barile di petrolio e con l’aumento dei prezzi industriali dei carburanti sul mercato internazionale. Nella seconda parte del film il governo, dopo ripetuti allarmi, convoca i petrolieri e li persuade a darsi una calmata. Intanto è passato del tempo e chi ha dato ha dato.

(via La Stampa)

Nessun commento: